mercoledì 23 dicembre 2015

Un 23 dicembre di dolcezze



Ci siamo, manca davvero poco.
Le atmosfere fiabesche profumano sulle cime della Majella. Le respiro dal mio balcone: un bianco che sembra aver vinto la sua battaglia, a discapito di questo tepore invernale, davvero insolito per la stagione.

Il telefono inizia a squillare per gli Auguri. E oggi cantano pure tutte le messaggerie, le notifiche ed ogni ben di social.
Confessiamolo: farci gli Auguri di Buon Natale è ancora una delle nostre occupazioni preferite, a dicembre!

In questi giorni, abbiamo ripercorso insieme  le tradizioni più importanti, le abitudini ancora in uso e i ricordi di quelle ormai abbandonate. 
Sicuramente avrò dimenticato di scrivere su qualche argomento importante. Cercherò di rimediare in futuro, anche fuori dall'occasione festiva.

Scopriamo oggi la casellina del Calendario dell'Avvento, relativa al 23 dicembre.

Fermiamo tutto e dedichiamoci a momenti di...dolcezza.
Voglio farvi vedere le immagini dei biscotti che ho realizzato in casa, anche negli anni  passati e che accompagnerò con i dolci più rustici, quali i cavicionetti (qui).
Le decorazioni possono essere diverse, la ricetta per l'impasto base la trovate, come sempre, a questo link.







All'impasto principale, oltre a spezie varie, possono essere aggiunte anche mandorle e noci tritate.

A conclusione del pranzo di Natale, propongo un tronchetto al cioccolato. In passato, ne avevo scritto qui



A proposito degli Auguri di Natale, metto di seguito un brano tratto dal racconto Le kappa con le consonanti, inserito nella raccolta Riprendiamoci il Natale che, ancora per tutta la giornata odierna, può essere scaricato #gratis. Cliccate sulla foto.



La mia vista, dovrei farla controllare. Mi sembra di non vedere bene. Mi pare di non capire. Come se fosse una lingua sconosciuta. Strani segni si susseguono sul display del cellulare.
Forse comincio a decifrare.
All'iniziale incertezza si sostituisce la convinzione che fa orrore.
Inorridisco. Questa volta la nausea sale su, alla lettura della frase di risposta. Ma è una nausea strana, come lo sarebbe una ripugnanza senza vocali e con le kappa.
-Grz tnt. Bn Ntl pr t. Kikka.

[...]



Per oggi vi lascio, dandovi appuntamento a domani. La cucina mi aspetta!

C. D'Orazio