venerdì 30 gennaio 2015

Flavietta e Fortunata


«Venga, cara. Piacere, io sono Flavietta», la voce uno si è presentata, «e lei è…»
«Fortunata», la anticipo io, «la signora Fortunata, di nome e di fatto?»
La erre moscia non dà cenni di assenso né di dissenso. [...]

Maria Celeste, nel corso dei suoi piccoli e misteriosi viaggi, conosce diverse persone.
Su di una spiaggia di ciottoli, sulla Costa dei Trabocchi, incontra due signore: Flavietta e Fortunata. 
Le due sono sirene al bagno particolari, imbottigliate nei loro costumi interi.